<bgsound src='URL_MP3' loop='infinite'> ISTANTANEE IN ACQUERELLO: L'altopiano di Folgaria e Lavarone.

sabato 12 gennaio 2008

L'altopiano di Folgaria e Lavarone.

Salendo lungo la valle dell'Adige in direzione nord, lasciandosi alle spalle la cittadina di Rovereto, dopo qualche chilometro si può deviare dalla strada principale e raggiungere con una ventina di minuti in automobile l'altopiano di Folgaria e Lavarone. Una zona montana questa al confine immediato con la provincia di Vicenza, e luogo spesso ricordato per gli aspri combattimenti fra truppe italiane e austriache durante la Prima Guerra Mondiale.
Si tratta comunque di un luogo paesaggisticamente molto bello, coniugante ampi prati verdeggianti e formazioni montuose attraverso i quali si snodano itinerari boschivi di ampio e pregnante respiro. Sicuramente per apprezzarne meglio la bellezza la stagione più indicata è l'Inverno, ma anche d'Estate l'altopiano non manca di donare al visitatore limpidezza di colori e atmosfera di antico e tipico sapore rurale. Personalmente sono legato a questi posti per questioni di ricordi lontani e al tempo stesso fondamentali, e quindi non ho potuto mancare di fissarne qualche scorcio come quelli che vi voglio presentare.




3 commenti:

Angelo ha detto...

Sempre piacevole scoprire tuoi nuovi lavori sul tuo blog...
Ciao!

luigi ha detto...

Ancora, mentre ti osservo, mi trovo di fronte a luoghi che hanno visto i miei passi di fanciullo prima e di adolescente poi. Pensa che a Slaghenaufi ho trascorso alcune settimane estive che ancora mi porto nel cuore. Le tue terre, insomma, le sento anche in parte mie.

Alex ha detto...

Tutto questo mi fa piacere Luigi. Grazie dei tuoi graditi passaggi nel mio BLOG.