<bgsound src='URL_MP3' loop='infinite'> ISTANTANEE IN ACQUERELLO: Lago Santo - Valle di Cembra

mercoledì 18 novembre 2009

Lago Santo - Valle di Cembra

Il trentino non è solo un territorio montuoso e boschivo, ma può contare su moltissimi laghi di varia dimensione i quali, secondo il mio parere, inseriti in un contesto ambientale di vegetazione florida e rigogliosa, contribuiscono a connotare di bellezza e splendore un paesaggio che tutto è tranne che monotono. Circa la mia predilizione poi, per questi grandi o piccoli bacini acquiferi, credo si abbia oramai compreso di quale entità essa sia. Ed ecco quindi uno di questi magnifici laghetti, ripreso nel pieno dell'Autunno ricco dei suoi colori più belli. Ci troviamo in valle di Cembra, a pochi chilometri da Trento e in direzione ideale della val di Fiemme, lungo il corso del torrente Avisio. Salendo lungo pendici coltivate a vitigno e fra piccoli agglomerati, si arriva in questo anfratto completamente immerso nei boschi e ad un'altitudine piuttosto considerevole. Lo specchio lacustre si bagna dei colori meravigliosi della foresta di pini che lo circonda, e infonde al visitatore, nonostante la rigidità del clima di Novembre inoltrato, una sensazione di ampio respiro naturale, dominato dal silenzio e dall'incanto di un paesaggio semplice e al tempo stesso lieto e pittoresco. Per la mia fotocamera digitale, in previsione di una trasposizione sulla carta, ideale è lo specchio di riflessi colorati, non potendo però il mezzo tecnologico, catturare anche quell'aria limpida e soave di chi osserva ammirato.




21 commenti:

luigi ha detto...

Già ieri sera avevo colto con gioia la fedeltà ai colori + vivaci, sono diventati per te un piacere, sostenuto di certo anche dalla stagione propizia. Racconti con parole efficaci e gli aggettivi sono pregni di affetto, forti sentimenti accompagnano e sostengono un acquerello di per sè molto espressivo. Quel cespuglio rosso poi e l'azzurro dello specchio d'acqua sono pure amenità. Ciao e... buoni colori!

Alex ha detto...

Luigi carissimo, rilevo una volta di più la tua squisita sensibilità a cogliere i miei connubi fra pittura e intelletto. Un abbraccio e un ringraziamento per passare sempre di qua.

Arianna ha detto...

Anche sull'Appennino tosco-emiliano esiste un Lago Santo, provincia di Modena. Questo acquarello è un altro canto d'amore per il tuo Trentino! Ciao, Arianna

Alex ha detto...

Gentilissima e immancabile come sempre Arianna.

Angelo ha detto...

Un ritorno ai colori piu' freddi... con quelle macchie gialle e rosse a vivacizzare il paesaggio!
Come sempre bravo... dovresti lavorare per l'azienda turistica trentina, vista l'ottima pubblicita', con immagini e parole, che fai a questi posti!!!

Alex ha detto...

Grazie Angelo, l'APT del Trentino è già fortemente attiva e dedita, quindi i miei acquerelli restano unicamente un piacere per i miei e per i vostri occhi. Se poi qualcuno volesse visitare questi luoghi, la cosa non mi dispiacerebbe affatto.

Silvia ha detto...

Ale lasciati dire che questo tuo nuovo modo di dipingere e il diverso lavoro sui colori mi piace immensamente di più ;)
Poi quelle "chiazze" colorate sui riflessi grigi e cupi....bellissime....:)))

Alex ha detto...

Silvia pure a te va un grazie infinito per i tuoi lodevoli commenti. Ti dirò che i colori autunnali sembrano fatti apposta per sperimentare questi nuovi cromatismi, quindi ricevo senza dubbio un valido aiuto e uno stimolo in più, per questo mio tentativo di rinnovarmi.

sensidiviaggio ha detto...

leggendo il tuo blog ricordo glianni passati in Trentino per motivi di studio...
ci ho passato 5 anni,abito in Veneto vicina al confine eppure il Trentino lo conosco poco. i tuoi post offrono l'occasione per scoprire nuovi angoli..
davvero bello il tuo sctto che hai reso in acquerello

buona serata
Sara

Alex ha detto...

Ciao Sara e grazie per il tuo intervento. Il Trentino una visita la merita davvero, specie in questa stagione, e sono sicuro non avrai difficoltà ad oltrepassare Borghetto e salire fino a qualche bella vallata. Sono certo che non ne resterai delusa. A presto!

sensidiviaggio ha detto...

si infatti Borghetto...il primo comune in provincia di Trento..

sono rimasta incantata dalla val di fassa che ho scoperto grazioe al festival "i suoni delle Dolomiti"..che dire..stupenda!..
credo di ritornare presto!

un saluto a Rovereto!dove sono capitata più volte per lemostre al Mart..

Luisa ha detto...

inutile dire che i tuoi lavori sono splendidi, come sempre, approfitto dell'occasione per augurare a te e a tutti i tuoi amici e lettori del tuo blog un felice Natale ed un magnifico 2010

Alex ha detto...

Grazie Luisa, un augurio sincero di buone Feste anche a te!

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Alex, grazie per i tuoi passaggi....durante la mia assenza.
Immagino questo lago che tu hai ritratto nel tuo acquerello, che apprezzo come sempre, con quel tuo tratto preciso e delicato...per chi ama la natura e ama l'acquerello, è una vera sofferenza vivere in un contesto dove c'è troppo cemento, bisognerebbe avere almeno la possibilità di portarsi spesso verso altri paesaggi (a me non capita quasi mai...per motivi di circostanze mie, e questo lo vivo male), a volte quando provo il desiderio di fare un acquerello, il primo problema che mi si presenta è proprio quello del soggetto....il mio immaginario è stracolmo di brutte immagini di degrado..è poco alimentato.
E' anche vero, che quelli proprio bravi, riescono a rappresentare qualsiasi cosa, degrado compreso....ma purtroppo io non godo di quella capacità, quindi se voglio riuscire a fare qualcosa deve almeno ispirarmi al soggetto vche sento di più, altrimenti non riesco proprio a tirare fuori nulla.
Tempo fa, ho visto il blog di uno straniero (credo Sudamericano) che commenta sul blog di Tito, è davvero bravissimo, ritrae dei soggetti impensabili per me, ma lui è davvero bravo, questa è la differenza,detto questo, io non considero il mio modo di fare acquerello come una competizione, ma bensì come possibilità che dò a me stessa di esprimere qualcosa di me col mezzo che a me è più congeniale, e se cerco di raggiungere risultati migliori strada facendo non è per confronto con altri più bravi, ma per riuscire al meglio a tirare fuori quello che io sono in grado di fare, ma che finora ho trascurato, ognuno ha un suo potenziale, ed è quello che deve tirare fuori,il meglio di se stessi, che al confronto con altri può essere poca cosa, ma per noi stessi è molto.
Come dire, i famosi talenti che ci sono stati dati...se abbiamo ricevuto due...dobbiamo sviluppare quel due, e non il dieci che ha ricevuto un'altro!
La prova è con se stessi e non con l'esterno....in questo senso nel mio caso, io so che devo fare ancora tanto e tanto esercizio,non ho ancora imparato a conoscere l'acqua e i colori, e questo è alla base di tutto...la conoscenza, poi l'intuito personale e il talento che ognuno ha è quello che è...ma la conoscenza è importante, io sono una principiante ignorante.
Caro Alex, per ora ti lascio una caro saluto e ci sentiamo senz'altro per Natale
Un abbraccio
Franca
ciao

Alex ha detto...

Carissima e gentilissima Franca, ogni tuo passaggio nel mio BLOG, corrisponde ad un tassello di umanità semplice e schietta, così come in sintonia con il tuo garbo, pacatezza e sensibilità della più genuina. Grazie davvero per le belle parole che hai lasciato. Auguri di tutto cuore per la tua esperienza pittorica, per la quale credo di aver ben intuito, hai un approccio modesto e intimamente passionale. Il tutto con la modestia delle persone umili e forti al tempo stesso.
Un grande augurio di buone Feste anche a te.

Donnachenina blog ha detto...

Caro Alex, eccoci qua....a fare il giro degli Auguri per un sereno Natale agli amici del web....mi pare che sia passato così poco dallo scorso Anno!
Con assenze e presenze, per me non sempre costanti, ci siamo comunque tenuti compgnia per una anno...e questo è bello...fra tutti i difetti che Internet contiene, ha pure molti pregi!
Un abbraccio affettuoso e un Augurio che tu possa passare queste feste come il tuo cuore più desidera,gli auguri sono per te e per le persone che io non conosco, ma che sono importanti per te.
Un bacione
Franca

Lúcia Russo ha detto...

Ola,
Belíssimo trabalho, que delicado e suave.
Bacio

Lúcia

Alex ha detto...

Grazie Lucia.....molto gentile!

Marinella ha detto...

Ancora una volta le tue sensazioni filtrano attraverso i tuoi dipinti, si intuisce il tuo legame ai luoghi natii a te tanto cari, è presente ancora una volta il contrasto: in questo acquerello è di tipo cromatico tra tonalità fredde che fungono da sfondo e macchie colorate dai toni molto accesi e caldi.
La scelta del luogo e della stagione rappresentata, l'autunno, richiamano stati d'animo malinconici, atmosfere magiche ma nostalgiche in cui è immortalata la natura nella sua bellezza, varietà e armonia. Aleggia un'aria di serenità e di tranquillità derivante dal contatto con la natura.
Bravo Alessandro, trasmetti con i tuoi dipinti sensazioni ed emozioni ed induci l'osservatore ad immaginare e vivere i luoghi che dipingi con sensibilità, maestria e intelligenza, rendendoli indelebili nel tempo.

Alex ha detto...

Un grazie di cuore Marinella per le tue osservazioni così gentili e premurose. Hai colto veramente bene le sensazioni riguardanti il paesaggio in questa particolare rappresentazione stagionale. Mi sento davvero soddisfatto di aver potuto trasmettere tanta positività. Un abbraccio...

Sab73 ha detto...

Questo e bellissimo... un bel paesaggio!