<bgsound src='URL_MP3' loop='infinite'> ISTANTANEE IN ACQUERELLO: Orizzonti montani: catena dei Lessini.

domenica 8 marzo 2009

Orizzonti montani: catena dei Lessini.


Spingendosi oltre Passo Buole, ma rimanendo in quota, si attraversa la catena dei monti Lessini. Ci troviamo sempre al limitare del confine Sud - Est del Trentino, a margine della vallata del fiume Adige, attraversando in maniera molto alternante il confine fra le provincie di Trento e Verona. Un'appendice delle Dolomiti forse poco conosciuta e sfruttata dal punto di vista turistico, ma che grazie a quest'ultimo elemento, riesce a conservare un paesaggio ancora aspro e selvaggio. Luoghi e anfratti dove si può ammirare un orizzonte limpido e sconfinato, ascoltando nel periodo di primo Autunno, il forte fischio del vento, e avvertire una piacevole sensazione di quieta e solitaria ariosità. Questa veduta l'ho praticamente catturata mentre salivo verso la sommità di una cima, intendendo così fissare per poter poi tradurre in pittura, il fascino della veduta d'orizzonte dove la maestosità di valli e colline crea quel magico senso di infinitezza.


19 commenti:

Luisa ha detto...

complimenti un acquerello bellissimo. i tuoi dipinti fanno venir voglia di visitare quei luoghi, sei circondato da un paesaggio stupendo

Loredana ha detto...

Che begli acquerelli, semplici e nello stesso tempo molto dettagliati.
Complimenti!

Alex ha detto...

Grazie Luisa per il tuo apprezzamento. Si, la montagna ha il suo indubbio fascino. E grazie anche a te Loredana per la tua presenza. Torna a trovarmi.

Arianna ha detto...

Lo sguardo si perde nella verde vallata, sembra quasi di essere lì! Chapeau, Arianna

Silvia ha detto...

La parola "orizzonte" è quantomai indicata.
In effetti il susseguirsi di queste cime ondeggianti ricorda quello dei cavalloni marini che dall'orizzonte vengono ad infrangersi a riva...:)
A parte questa notazione, hai reso bene proprio gli avallamenti punteggiati da boschi e costruzioni sparse in lontananza.
Un'immagine molto dinamica che lascia lo sguardo libero di scorrere verso lo spazio aperto...quasi in fuga!

Alex ha detto...

Grazie Arianna per il tuo gentile commento.
Silvia tu sembra invece che hai quasi interpretato pure il pensiero del pittore eheheh.....grazie anche a te.

Angelo ha detto...

Guardando il tuo lavoro, la prima cosa che mi e' venuta in mente e' la poesia del Leopardi, "L'infinito". Quando sento quella poesia immagino un paesaggio che e' esattamente quello che tu hai dipinto...
Complimenti anche per questo tuo nuovo lavoro!!!

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Alex, mi sono persa per un po'...torno qui trovando questo tuo delicatissimo acquerello, descritto anche così bene nel tuo post!
Ma la cosa che più mi prende è l'immaginare l'averlo dipinto proprio lì dove sorgeva questa meraviglia...sei fortunato, ad avere spesso contatto con posti così...
Ti auguro un buon fine settimana
e ti lascio un saluto con simpatia

P.S.-Per la prima volta, aprendo il tuo profilo ho aperto anche il file di musica, e scopro che è un brano del pianista da me tanto amato

Alex ha detto...

Grazie Angelo dei tuoi complimenti. E grazie anche a te Franca. Ti confesso che non ho mai dipinto all'aria aperta, limitandomi ad eseguire le fotografie di questi posti, elaborandole poi in seguito a casa mia.

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Alex, l'apertura del tuo blog mette sotto gli occhi subito l'azzurro che è un colore della calma..e poi le montagne, che richiamano la pace, così come la delicatezza dei tuoi acquerelli...spero che i tuoi itinerari sia di acquerello che di di esplorazione di luoghi per l'anima proseguono bene, e ti ringrazi per il tuo passaggio da me e dei tuoi commenti, anch'io sono convinta che la perdita di una persona cara, che sia dovuta a rotture o a perdita reale è in grado di portarci verso una evoluzione della nostra personalità in grado di farci aumentare la nostra capacità affettiva che poi uin fondo è l'ingrediente base che la vita richiede.
In prossimità del finire di questa settimana ti auguro di passare un buon wee-kend
con simpatia
Franca

luigi ha detto...

Caro Alex, chiaro che ho letto con piacere le tue considerazioni al compleanno del mio blog. Davvero lo scambio che si è creato lo vivo come un segno di come sia ancora possibile allacciare relazioni non banali o superficiali o convenzionali. Per il tuo acquerello invece ti dirò che mi ha permesso di ritornare all'estate del 2001, quando, col gruppo che seguiva la proposta meditativa di p. Andrea, ci siamo recati sui Lessini. Un bel pomeriggio che è finito tuttavia con un temporalone grandinoso. Ho tentato un acquerello, al rientro, ma non mi è riuscito. Tu, invece, sai mostrarci molto bene quel paesaggio che sa di amenità e di sereno silenzio. Ciao.

rosy ha detto...

Ciao Alex..soloimmagini ha dedicato a voi artisti di blogspot un post...per augurarvi la buona PASQUA..

Janas ha detto...

Ciao,
ho visto i tuoi acquerelli sul blog di Rosy!
Io sono Janas, piacere.
Anche a me piace come tecnica, mi rappresenta molto, la sento mia, mi piace "innaffiare" i colori!
I tuoi paesaggi sono luminosi, solari.
Complimenti da Janas
ciaociao

Alex ha detto...

Vorrei esprimere ulteriore gratitudine a tutti voi che così gentilmente lasciate un vostro commento. Agli oramai affezionati Franca, Luigi e Rosy e un saluto speciale al ben conosciuto Janas, del quale accetto volentieri i complimenti, e spero in sue future visite.

Uno spicchio di cuore ha detto...

Ciao, grazie della visita. Ma mi ha meravigliato vedere che il tuo blog è fermo all'inizio di MARZO. Perchè? eppure scrivi cose molto belle. Spero di leggerti presto.

Alex ha detto...

Ciao Spicchio di cuore (che bel nick a proposito...) e grazie della tua visita. Non mi dedico assiduamente alla pittura, e quindi aggiorno solo ogni tanto. Un caro saluto e a risentirci.

Luisa ha detto...

grazie tanti auguri di buona pasqua anche a te e spero di vedere presto tuoi nuovi e sicuramente,bellissimi acquerelli. ciao

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

imparato molto