<bgsound src='URL_MP3' loop='infinite'> ISTANTANEE IN ACQUERELLO: Castello di Rovereto

domenica 29 gennaio 2012

Castello di Rovereto


Il castello di Rovereto è indubbiamente uno dei luoghi più caratteristici e interessanti della cittadina del Basso Trentino. Il fascino storico e architettonico, che un vecchio maniero splendidamente restaurato, esercita sui vari visitatori, è sicuramente molto forte, e di grande curiosità e ammirazione. Una nota di spessore storico per la cittadina, attraversante le vari epoche, fra fulgore e decadenza. Attualmente ospitante il museo della guerra, è una presenza possente e tipicizzante, un ornamento classico e stimolante nella sua posizione di dominio dall'alto.
Ho voluto fissare due visioni per così dire classiche del nostro castello, la prima da sotto in su, nelle vicinanze del torrente "Leno", e la seconda ripresa un po più in quota, con la prospettiva aerea della città che si perde in distanza.



12 commenti:

Angelo ha detto...

Ecco i tuoi nuovi lavori... belli, come sempre! Una visione "dal basso" e una "dall'alto"... a prima vista preferisco la prima, ma non chiedermi il motivo! :-)
Complimenti!!!

Silvia ha detto...

Sei tornato alle architetture...a me piace particolarmente il secondo acquerello, con la prospettiva dall'alto "velata" dai rami in primo piano.
I colori sono un po' diversi dai tuoi soliti che usi per le pitture invrnali. Noto con piacere la comparsa di tenui velature calde accanto agli azzurri e ai verdi che ti sono propri...sono il riflesso di una mutata sensibilità coloristica? ;)

Alex ha detto...

Angelo e Silvia, grazie a voi, immancabili quanto graditi visitatori del mio BLOG. A proposito dei vostri commenti, credo di aver semplicemente interpretato la luminosità e il tono diverso delle due fotografie, dalle quali ho poi preso spunto per la pittura. La seconda immagine diciamo che è molto più aerea e indefinita, mentre nella primami è piaciuto accentuare i colori, per mettere in risalto le architetture.

camira ha detto...

Mi piace come usi i colori: la vivacità, le sfumature, il loro fondersi l'uno nell'altro... tra i due preferisco la veduta della città con quelle sfumature sul rosa, un colore che mi sembra non adoperi spesso... :-)
ciao Ale :-)

Arianna ha detto...

Ecco nuove istantanee che raccontano i segreti del Trentino! Belli i segni con cui hai reso gli alberi secchi in primo piano...ciao, Arianna!

Alex ha detto...

Un caro saluto a voi camira e Arianna, e grazie come sempre dei vostri passaggi nel mio angolo pittorico.

bluoso ha detto...

Ciao Alex che parli del tuo angolo pittorico e io lo stesso, davvero faccio fatica a cambiare posto...
Rovereto, la città che ti ha accolto e che è diventata tua, a lei dedichi scorci che la raccontano e la fanno amare. Un luogo di vita, che dalla storia lontana e recente attinge senso e diventa insegnamento. Alle brutture della guerra risponde con l'offerta di bellezza e tu vi porti il tuo contributo. Un abbraccio e buon fine settimana.

Alex ha detto...

Grazie di cuore Luigi, non solo per l'apprezzamento delle mie pitture, ma anche per come sai sapientemente interpretare, certe umane sensazioni. Ricambio l'augurio per il week end.

Sadeu ha detto...

Alex...Mi piace molto il tuo acquarelli, sciolti, ben disegnati e colori molto molto armoniosi : )

Alex ha detto...

Gentilissimo Sadeu... ti ringrazio vivamente per i tuoi apprezzamenti.

Giovanna ha detto...

Ciò che mi colpisce nel primo è la maestria con cui sono state definite le ombre e le sfumature per dare il senso della tridimensione. La tua mano è davvero capace, Alex, di dare forma al paesaggio e farlo "cantare", nel senso che viene fuori, si materializza! Il muro grigio che si riflette nel Leno è straordinario sia per l'aspetto che per l'impatto cromatico: là dove a sinistra è marroncino chiaro, color tortora, e via via che prosegue sulla destra verso le arcate si sfuma nel colore grigio della pietra. Mi chiedo se sono in vendita, questi acquerelli, perché io, questo, lo acquisterei.
Il secondo acquerello è di una finezza incredibile. Ha una particolare profondità, questo, e i colori tenui e delicati lo rendono... concedimi il termine, ...romantico. Sì. Decisamente. Questo è un acquerello romantico. Se dovessi sognare Rovereto, nel mio sogno sarebbe così. Complimenti Alex. Mi hai davvero stupita.

Alex ha detto...

Grazie Giò per la tua gradita visita. E grazie anche per il tuo apprezzamento, dai cui commenti, si avverte una tua piacevole partecipazione. Te ne sono davvero grato.