<bgsound src='URL_MP3' loop='infinite'> ISTANTANEE IN ACQUERELLO: Tipiche abitazioni del Trentino.

venerdì 22 maggio 2009

Tipiche abitazioni del Trentino.

Girovagando fra le vallate della mia regione, vengo quasi sempre attirato dalle piccole frazioni e borghi isolati, i quali a mio parere ben testimoniano una certa e specifica architettura e non solo dell'arco alpino italiano. Pure io ho vissuto per un lungo periodo della mia vita in uno di questi centri, luoghi fortemente attaccati ad un loro passato di vita rurale e contadina, e connotati da tutta una serie di forme e colori peculiari. La tinteggiatura leggermente sbiadita di colori pallidi e quasi neutri, gli ampi balconi dove solitamente si ponevano a seccare le pannocchie di granoturco e l'infinità di scantinati e anfratti simili sotterranei, dai quali emergeva l'immancabile "bocca di lupo" o la finestra bassa dai vetri oscurati. Il tutto immerso in un'atmosfera silenziosa e rarefatta, specie in quei posti distanti dai più vasti centri urbani, là dove la sera giunge presto così come l'Estate è breve e la Natura cesella forme, colori e tipologie umane delle quali mi sento ineluttabilmente parte integrante.



16 commenti:

Arianna ha detto...

Bella la descrizione, anche qui in Toscana esistono borghi minuscoli dove abita poca gente e le cose sono quasi identiche a mezzo secolo fa. E naturalmente apprezzo l'opera che hai postato! Buon fine settimana, Arianna

Alex ha detto...

Tante grazie Arianna per aver colto il mio riferimento non solamente pittorico. Un buon week end pure a te!

arcobaleno ha detto...

Ciao! che delizia i tuoi acquerelli!!!

Geanina Codita ha detto...

la belleza y la sensibilidad de hacer este blog muy interesante. Días senine y la tranquilidad que desea.
http://translate.google.com/translate?js=n&prev=_t&hl=ro&ie=UTF-8&u=www.geaninacodita.blogspot.com&sl=ro&tl=es&history_state0=

Luisa ha detto...

bello il dipinto e l'accostamento dei colori. I tuoi lavori trasmettono un senso di tranquillità che sicuramente è quello che si prova vivendo in quella zona. ciao buon week end

Silvia ha detto...

E' vivace sia nei colori che nel tratteggio di ombre e particolari degli edifici...molto più "mosso" rispetto ad altri che hai già proposto aventi per soggetto scorci architettonici.
Hai per caso variato un po' la tecnica o scegli diversamente i soggetti da cui partire???
Se sì, approvato...;)
Buona domenica!

Alex ha detto...

Un caloroso grazie a tutti voi per i vostri commenti. Per rispondere a Silvia dirò che riguardo alla tecnica forse cerco sempre di migliorarmi con la tendenza a marcare di più il chiaro-scuro e le varie zone tonali. Non sempre mi riesce ovviamente, e poi il tutto dipende pure dalla luce con cui è risultata la fotografia, sulla quale mi baso per realizzare poi la pittura.

luigi ha detto...

Il tuo commento sulla festa in Via Riello mi dà gioia. Da età diverse possiamo dunque condividere idee, valori e sentimenti, accomunati dalla passione per i colori ma anche dal profondo rispetto per una tradizione-cultura che porta segni indelebili dell'amore di chi ci ha preceduto e ha pensato bene trasmettere a noi quanto di + vero costituiva oggetto di 'fede'. Possiamo difendere il nostro senso di umanità nel momento in cui ne prendiamo coscienza, ce ne appropriamo e non lo cediamo ad altri. Naturalmente apprezzo il tuo lavoro di ricerca, per me significa una bella testimonianza di vita. Ciao.

Angelo ha detto...

Queste case con i balconi in legno mi ricordano vacanze passate, ormai da parecchi anni...
Complimenti, sempre bravo!

Alex ha detto...

Grazie per le tue parole carissimo Luigi. Ci siamo intesi alla perfezione.
E grazie anche a te Angelo, sempre ben graditi i tuoi passaggi nel mio BLOG.

Arianna ha detto...

Passo per un salutino...buona domenica e grazie per il commento! Arianna

Alex ha detto...

E' sempre un piacere Arianna....buona Domenica a te!

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Alex, finalmente ritrovo un po' di tempo per i miei amici blogger!
Intanto ho notato il cambiamento dell'immagine del tuo nik...in questa foto ti trovo diverso, non so se passa del tempo tra una foto e l'altra in modo tale che forse davvero ci sono stati dei cambiamenti...positivi comunque..non ti preoccupare!
La descrizione che fai di questi luoghi e i colori dei tuo acquerello mi fanno immaginare l'atmosfera molto bene...e come mi piacerebbe poter far scorrere il tempo all'indietro e tornare a quei luoghi così come erano anche con le persone di quei tempi...sono romantica e nostalgica senza speranza.
Un caro saluto come sempre
Franca

Alex ha detto...

Cara Franca, parlando di romanticismo e soprattutto di nostalgia, con me sfondi la classica pota aperta. Certamente per te attenta lettrice, sarà stato facile notare che dai miei post che accompagnano gli acquerelli, molto spesso scaturisce questa mia tendenza. E mi fa davvero piacere condividerla con altri Blogger.
Per quanto riguarda la mia foto precedente risaliva al 2006, mentre quella attuale è di qualche mese fà. Grazie davvero per i tuoi gentili passaggi.

ester ha detto...

Mi piacciono un sacco le casette di questo tipo. Sei mai stato nel borgo medievale di Canale di Tenno? potresti andarci anche in bici e fare molte foto, per poi rielaborare a casa. Pitturi mai dal vivo?ciaociao

Alex ha detto...

Ciao Ester, a Canale di Tenno non ci sono mai stato, sebbene però la valle di Ledro è da me sempre tenuta in considerazione per qualche escursione, specie nel periodo estivo.
No, dal vivo non dipingo mai.