<bgsound src='URL_MP3' loop='infinite'> ISTANTANEE IN ACQUERELLO: Prati e prospettiva.

domenica 18 aprile 2010

Prati e prospettiva.





Compiendo un'escursione ad una quota piuttosto considerevole, e senza magari aspettare per forza una bella giornata di sole, è innegabilmente affascinante il panorama dato dalla distesa di prati verdi in odore e colore di Primavera. L'idea di sconfinato e prospetticamente illimitato, viene colta al meglio dalla mia digitale,e quindi riportata su carta utilizzando una tecnica non troppo precisa e meticolosa. La spianata verde la eseguo bagnando prima con l'acqua, e quindi sfumo apprezzando l'effetto bagnato. Maggior attenzione invece la riservo al particolare delle case, finendo col gesticolare di grigio e azzurro nelle nubi che sovrastano il panorama.
L'ariosità dell'acquerello, ben si adatta a richiamare quella atmosfericità di umido e cristallino, data da una giornata di Marzo inoltrato lungo le cime trentine. Un momento di naturalità e ampiezza di orizzonti, per spettacoli davvero unici.



12 commenti:

milena ha detto...

molto bello, immediato...

Arianna ha detto...

Bella questa prospettiva, non potevi descriverla meglio. "Gesticolare di grigio e d'azzurro" però, sembra quasi una canzone! Ciao, Arianna

Alex ha detto...

Ciao Milena, e grazie per il tuo commento.
Cara Arianna, musicalità e pittura possono benissimo andare a braccetto no? Grazie a te e un caro saluto.

luigi ha detto...

L'orizzonte aperto, i profili appena accennati, un grande spazio che ti accoglie dopo una salita lunga e faticosa... La possibilità di sostare e di respirare a pieni polmoni la pacata serenità di un ambiente che si offre generoso. Tirar fuori un buon panino e sorseggiare una bevanda in santa pace! Eh, il fascino della montagna... Ciao pitto-descrittore, buona giornata e alla prossima. Luigi.

Alex ha detto...

Carissimo Luigi, le sensazioni sono proprio quelle. Grazie come sempre dei tuoi commenti.

Angelo ha detto...

Non posso far altro che "allinearmi" a quanto han gia' detto le persone che mi hanno preceduto! Complimenti, come sempre!
Angelo

Silvia ha detto...

Ops! Mi accorgo solo adesso che hai postato nuovi acquerelli..
Sai ormai quale tecnica prediligo e quanto mi piacciano i panorami realizzati lasciando " sfogare" le pennellate ed i colori senza troppa cura dei dettagli :)
Credo sia la tecnica migliore per rendere al meglio il senso di indeterminatezza ed infinito che volevi rendere.
E quelle casette lassù, proprio sul ciglio, che sembrano sospese contro il cielo mutevole e vago....:)

Alex ha detto...

Carissimi Angelo e Silvia, grazie anche a voi per i vostri commenti sempre così benevoli e compiacenti. Come giustamente hai osservato tu Silvia, l'effetto bagnato e di pennellate più "libere", dona al quadretto un aspetto meno accademico e costretto.

lartedinadia ha detto...

Alex, sono lieta che tu sia passata a visionare il mio blog ed io contraccambio.
Belli i tuoi acquerelli, molto puliti e precisi, ciò nonostante non mancano di poetica.
Spero tu venga a trovarmi ancora.
Ciaooooooooooooooo
Nadia

Alex ha detto...

Grazie a te Nadia...sono un piacere questi scambi fra persone accomunate dalla stessa passione per l'arte e la pittura...

luigi ha detto...

Caro Alex, grazie davvero per il tuo augurio. La vita insieme comporta ogni sorta di esperienze, lo sappiamo bene.
Credo che importante sia il desiderio di ricominciare sempre e comunque, nella consapevolezza che l'amore e gli affetti sono sempre al primo posto. Ciao, sono proprio contento che i colori ci abbiano fatto incontrare.

Alex ha detto...

Luigi contraccambio con tanto sentimento il tuo ringraziamento. A parte la considerazione stupenda che hai fatto, denoto con massimo piacere, che non solo le tonalità e i pennelli riescono a favorire l'empatia fra le persone. Ne sono forse il motivo di approccio, ma oltre la tavolozza e le carte, c'è qualcosa di molto più importante e pregno, per il quale sono davvero contento di averti fra le mie presenze fisse sul BLOG.