<bgsound src='URL_MP3' loop='infinite'> ISTANTANEE IN ACQUERELLO: Bressanone e i suoi portici.

sabato 28 marzo 2015

Bressanone e i suoi portici.



Credo capiti a tutti, di avere dei legami più o meno particolari con un luogo specifico, a cui associare ovviamente situazioni e momenti di vita vissuta. Nel mio caso, uno di questi posti è la caratteristica cittadina di Bressanone, collocata in provincia di Bolzano lungo l'asse del Brennero, e capoluogo ideale della valle d'Isarco. 
Mi ci sono venuto a trovare per motivi di lavoro, tantissimi anni fa e, per una serie di circostanze non propriamente felici, dipendenti dalla mia umoralità giovane e inesperta, non ne assimilai un buon ricordo. Il tempo poi trascorre, mutando contesti e persone, così che col passare degli anni, ho ritrovato in questo ridente e colorato centro storico, un itinerario delizioso e peculiare. Questa è la centralissima zona dei portici, la cui architettura ricorda inevitabilmente, il più puro stile tirolese. Mi piaceva molto questa prospettiva, rivissuta in un'ottica di recupero dei ricordi, e riaddatamento delle emozioni ad un animo più predisposto e lieto. La tinteggiatura forte e colorata, credo ben esprima queste mie sensazioni. 

11 commenti:

luigi bluoso ha detto...

Caro Alex, è verissimo che i colori più vivaci esprimono la gioia di una condizione di benessere e dentro il centro storico di Bressanone la vita si fa sentire e coinvolge. Cate ed io ci torniamo volentieri ogni estate, da anni. Ciao e buona domenica.

Arianna ha detto...

Bello scorcio cittadino! Ciao, Arianna

Valentino Aresti ha detto...

La mia Piccola cittadina , come te ho avuto ( e spesso ho ancora) ricordi non proprio egregi della mia città natale , per unanno me ne sono separato e stranamente mi mancò particolarmente! Rimane sempre misteriosa! Spero tu possa ritornare! Un saluto!
Ps: complimenti per l'acquerello , è proprio ben fatto!

Alex ha detto...

Sempre grazie ai miei "fedelissimi" estimatori Luigi e Arianna.
Ben conosciuto a te Valentino. Le sensazioni e gli umori che viviamo interiormente, quasi sempre finiscono per coinvolgere e connotare, anche le persone e i luoghi di quei specifici giorni. Per me è stato così. Bressanone è comunque troppo bella, e ci tornerò sicuramente. Grazie a te.

tiziana ha detto...

Bellissimo Alex anche la presentazione..Tiziana

Alex ha detto...

Grazie Tiziana, fra le mie più assidue e datate seguaci del mio Blog.

Floriana Quaini ha detto...

Ciao Alex,
è bello ritrovare luoghi conosciuti e valorizzarli...
questo dipinto sembra proprio una dichiarazione d'affetto: quasi sognante, nitido, rasserenante che fa venire proprio voglia di far parte del quadro...
Io so che ci andrò...prima o poi...
Ciao, ciao, Floriana

Alex ha detto...

Grazie Floriana per le tue parole. Direi che hai colto al meglio, l'aspetto intimista dell'acquerello. A presto! Ciao.

Barbara ha detto...

Difficile capire se sia più incantevole l'acquerello o il racconto di Bressanone che ci offri. Grazie di condividere le tue storie e le tue emozioni

Alex ha detto...

Grazie Barbara per il tuo bel commento. L'acquerello completa il racconto, e viceversa. A presto.

Donnachenina blog ha detto...

Ciao....Alex
un solo commento che va da dal lago di Molveno passando per la Valle Cembra,proseguendo verso il lago di Levico e terminando con Bressanone...tutti belli, e chissà come ispirano bene questi posti...un abbraccio Alex....spero di essere un po' più presente nel 2016,per viaggiare un po' almeno con la fantasia in questi tuoi luoghi d'ncanto. Ciao e buon proseguimento..
da FRANCA